Il dato sul quarto trimestre del Pil giapponese diffuso oggi conferma ciò che già si sapeva da mesi, ma non era ancora stato ufficializzato: nel 2010 la Cina ha superato il Giappone, diventando seconda potenza economica mondiale alla spalle degli Stati Uniti.

La conferma è arrivata questa mattina con la diffusione dei dati sulla crescita dell’economia nipponica nel quarto trimestre, che ha segnato una contrazione dell’0,3 per cento trimestrale e dell’1,1 per cento su base annua (+3,9% nel 2010). Gli economisti si affrettano a commentare che la flessione dell’ultimo trimestre è temporanea. Già nei tre mesi in corso, l’economia nipponica dovrebbe tornare a crescere al ritmo del +0,6 per cento e accelerare fino a raggiungere +1,9 per cento nell’ultimo trimestre di quest’anno.

Sarà così? E’ tutto da vedere. Una cosa è certa. Nel 2010 il Pil del Giappone, in termini nominali, è risultato pari a 5.474,2 miliardi di dollari. Il dato pubblicato dal governo di Tokyo è stato accompagnato da una precisazione: l’equivalente cinese ha raggiunto dal suo canto l’equivalente di 5.878.6 miliardi di dollari.  Risultato finale: l’economia cinese ha superato i suoi vicini nel 2010, diventando la seconda più grande del mondo, alle spalle degli Stati Uniti, un posto che era invece stato occupato dall’economia giapponese fin dal 1968.

Annunci