Mark Zuckerberg, ceo di Facebook

Ieri è stata pubblicata la consueta classifica di Forbes che, come ogni anno, censisce i 400 uomini più ricchi del pianeta. Alcuni risultati erano ampiamente attesi. Si pensi per esempio alle prime tre posizioni, da anni occupate dal solito trio. Con un patrimonio personale di 53,3 miliardi dollari, il messicano Carlos Slim svetta al primo posto tra i Paperoni del pianeta, seguito a ruota da Bill Gates (53 miliardi di dollari) e il finanziere Warren Buffet (47 miliardi).

Uno dei risultati inattesi della classifica riguarda il giovane fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg. Rispetto allo scorso anno, il golden boy della Silicon Valley americana ha più che triplicato la sua fortuna personale, che approssimativamente oggi si aggira intorno ai 6,9 miliardi di dollari. Un bottino che di fatto lo rende più ricco di Rupert Murduch (6,3 miliardi) e Steve Jobs (5,5 miliardi). Il patrimoni dei tre magnati, per quanto consistenti, risultano inferiori a quello del nostro premier, Silvio Berlusconi che, tuttavia, pur vantando una ricchezza personale di 9 miliardi di dollari, non si aggiudica la pole position dei politici più ricchi al mondo. Tale privilegio spetta al sindaco di New York, Michael Bloomberg, che può disporre di una ricchezza pari a18 miliardi di dollari (23esimo posto nella classifica mondiale).

Annunci